L'Osservatorio Astronomico di Trieste (OATs) è uno dei 17 istituti italiani che formano l'Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF). Oltre ad essere coinvolto nella ricerca di frontiera in astrofisica, l'OATs svolge anche un'intensa attività di sensibilizzazione ed educazione.

Nel campo della ricerca, le tematiche che vengono attualmente sviluppate coprono molte delle aree di punta oggetto di studio a livello internazionale: galassie e cosmologia,  stelle, popolazioni stellari e mezzo interstellare, Sole e sistema solare, astrobiologia ed esopianeti, astrofisica relativistica e particellare, nuove tecnologie e strumentazione. Naturalmente non tutti questi campi contano un ugual numero di ricercatori e, inoltre, parecchie sono le ricerche interdisciplinari che coinvolgono più tematiche di ricerca.

Poiché l’andamento della ricerca dipende in maniera sensibile dai finanziamenti esterni all’Ente, nel corso del tempo le tematiche che vedono un maggior sviluppo possono alternarsi in funzione del successo delle applicazioni ai bandi di ricerca europei e internazionali.

OATs condivide progetti, strutture, attività e supervisione degli studenti con il Dipartimento di Fisica dell'Università degli Studi di Trieste. Ha inoltre instaurato strette collaborazioni anche con altri Istituti di Ricerca di Trieste, come la SISSA, l’ICTP e l’INFN.

Cuore dell’attività di divulgazione e didattica è la specola didattica dedicata a Margherita Hack nella sede osservativa di Basovizza dove sono ospitati diversi telescopi tra cui quello principale, un Marcon da 60cm di diametro progettato proprio per le osservazioni del pubblico, e una sala interattiva multimediale. Alle attività in sede si affiancano numerosi interventi didattici nelle scuole e conferenze divulgative.

Personnel: 
22 tecnici-amministrativi, 56 ricercatori
Altri dati e cifre: 

Nel periodo 2015-2018, 5 progetti e borse di ricerca del 7 ° PQ erano ancora in corso:

  • 1 borsa di studio “Marie Curie” IIF: “GalCLU_ASTRO_COSMO” (249.242,80.00 euro, da 2015 a gennaio 2017);
  • 1 borsa “ERC”: “CosmoIGM” (891.400,00 euro, terminato nel 2016);
  • 1 partecipazione al Programma “Cooperation-SPACE”: nome del progetto “Genius”, coordinatore lNAF Osservatorio Astronomico di Torino (budget OATs: 100.424,00 euro, 2013-16);
  • 1 partecipazione al Programma “Cooperation-SPACE”: nome del progetto “VIALACTEA”, coordinatore IAPS di Roma (budget OATs: 105.000,00 euro, 2013-16);
  • 1 partecipazione al programma “Capacities-Infrastructures”: nome del progetto “Solarnet”, coordinatore INAF Osservatorio Astronomico di Catania (budget OATs 15.000,00 euro, 2013-2017).

Per quanto riguarda i progetti H2020, nel periodo 2015-2018 OATs è stato coinvolto nei seguenti progetti:

  • EGI-ENGAGE (OATs è parte terza dell'INFN) (81.487,00 euro) – 2015-2017;
  • INDIGO DATA CLOUD (187,500.00 euro) – 2015-2017;
  • ASTERICS (1,459,290.00 euro) – 2015-2019;
  • EXANEST (600,000.00 euro) – 2015-2019;
  • EOSCPilot ( 110,625.00 euro) – 2017-2018;
  • LACEGAL ( 112,500.00  euro) – 2017-2021;
  • EUROEXA (363,250.00 euro) – 2017-2021;
  • BEYOND PLANCK (234,610.00 euro) – 2017-2020;
  • ERC Starting Grant CLUSTERSXCOSMO (1,230,403.00 euro) 2017-2022;
  • HERMES, coord. INAF-OATs (totale Grant 3.434.050,00 euro, tot. OATs 565.375 euro), 2018-2021
  • Partecipazione nel progetto AENEAS (93,517.00 euro) coordinato da INAF-OAS Bologna – 2017-2020.

oltre a 2 borse di studio “PEOPLE”, iniziate a settembre 2016 (135.000,00 euro + quote di viaggio per ciascuna).

Inoltre, OATs ha ricevuto un finanziamento MERAC di 146.475,00 euro e, tra gli altri progetti che prevedono partecipazioni internazionali, OATs nel periodo 2015-2018 ha ricevuto quanto segue (in euro):

  • ASI  Euclid 703,930.00
  • ASI PLANCK 218,230.00
  • PREMIALE ESPRESSO 550,000.00
  • PREMIALE WOW 208,000.00
  • PREMIALE ELT T-REX 53,000.00
  • SKA MIUR 571,000.00
  • DHTCS MIUR 577,873.00
  • PRIN MIUR 118,665.00
  • PRIN INAF 124,000.00
  • ASI COSMOS 143.940
  • ASI SOLAR ORBITER 17.000
  • MIUR CHIPP 44.000
  • MIUR FORECAST 47.000
  • ESO GALACSI 28.800
  • ESO HIRES 11.500
  • NATO 4.000
  • FVG Divulgazione 15.000
  • MIUR Premiale Frontiera Euro 153.380
  • MIUR Bando Fare Euro 169.796
  • ASI HERMES Euro 987.784
  • ESO FORS UP Euro 40.000
  • ESAC Rosetta Euro 30.000

 

N° di progetti UE (2015-2018):

- 7PQ: 5

- Horizon 2020: 10 (+ 1 Partecipazione AENEAS) + 1 borse di studio “PEOPLE”;

- Altri progetti internazionali: 1 MERAC, ESO ecc

- 10 progetti scientifici dell'UE erano ospitati presso l'OATs al 31 dicembre 2018 (incluso il progetto AENEAS e 1 borsa ASTROFIT).


Risultati della ricerca (2018):

N° della produzione scientifica (pubblicazioni referate): 172 (SAO/NASA ADS).


N° di incontri scientifici ed eventi pubblici (nel 2018): 40 seminari  (con una media di 40 ricercatori ciascuno; 52 visitatori (di cui 24 stranieri) - tra cui relatori e ospiti in visita - sono stati ospitati presso l'OATs).

Strutture: 

L'edificio principale dell'OATs (Castello Basevi) ospita l'ufficio del Direttore, gli uffici dell'Amministrazione Centrale, il Servizio Informatico, la biblioteca e gli uffici di ricerca, comprese le sale riunioni e una sala videoconferenza per una superficie totale coperta di 1.394,57 mq. Un edificio separato (Villa Bazzoni), situato a circa 100 metri di distanza, è condiviso con i ricercatori della Sezione di Astronomia del Dipartimento di Fisica dell'Università degli Studi di Trieste e copre un totale di 933,75 mq. Inoltre, OATs conta sulla Stazione di Osservazione di Basovizza (superficie di 4.315,35 mq).

N° di Laboratori: 1 Laboratorio di Elettronica situato presso la Stazione di Osservazione di Basovizza.

Infrastrutture di ricerca: Esploracosmo; Specola Margherita Hack (tutte strutture dedicate a scopi di divulgazione).

Biblioteche e n° di pubblicazioni / riviste disponibili: 1 biblioteca, situata a Castello Basevi (edificio principale dell’OATs), che conta circa 14.000 volumi cartacei tra cui circa 7.200 monografie e più di 280 riviste e una vasta raccolta di pubblicazioni e di contributi provenienti da altri istituti scientifici nazionali e internazionali operanti nel campo dell'astronomia. Al patrimonio cartaceo si aggiunge una consistente raccolta di risorse elettroniche  che comprendono database tematici  (per es. IEEE Xplore Digital Library, SPIE-DL, Optics Infobase) e raccolte di e-books (per es. Springer: collezione di fisica e astronomia, serie di conferenze dell'ASP, atti di congressi dell'IAU, ecc.). La biblioteca OATs è inserita in un contesto più ampio che comprende il patrimonio bibliografico delle biblioteche dell'INAF, le cui risorse e attività sono consultabili attraverso il Portale dei Beni Culturali dell'INAF: http://www.beniculturali.inaf.it/. Essa inoltre partecipa ai servizi bibliotecari ACNP http://acnp.sba.unibo.it/  e NILDE https://nilde.bo.cnr.it/.

Altre strutture: Centro di Calcolo che ospita cluster LINUX con migliaia di core circa + Cluster LINUX per il Centro di elaborazione dati Planck + numero di dischi server + server del servizio IA2 Italian Archives Archives

Borse, corsi di PhD, Master, Summer School, ecc.: 

Vengono tenuti corsi di formazione, tirocini e attività di ricerca nelle principali aree dell'Astrofisica grazie a borse di studio e di ricerca.

L'OATs è attivo in tutte le macroaree tematiche (MAs) in cui è organizzata l'attività di Ricerca e Sviluppo dell'INAF:

  • MA-1 Galassie e Cosmologia;
  • MA-2 Stelle, Popolazioni delle stelle e Mezzo interstellare;
  • MA-3 Sole e Sistema Solare;
  • MA-4 Astrofisica e Particelle relativistiche;
  • MA-5 Nuove tecnologie e strumentazioni.
Informazioni per studenti internazionali: 

La sede centrale di OATs aiuta gli studenti internazionali nelle procedure prima del loro arrivo ed una volta giunti sul territorio.

OATs è anche partner dell'ufficio Welcome Office Friuli Venezia Giulia che offre supporto ai ricercatori che arrivano a Trieste. 

Collaborazioni internazionali: 

OATs è coinvolto in numerose collaborazioni internazionali.

Basandosi sulle competenze sviluppate grazie alla partecipazione nella missione “Planck” dell'ESA, l’Istituto è ora fortemente coinvolto nella futura missione “Euclid” dell'ESA, tenendo il coordinamento del Science Ground Segment, un'intensa partecipazione alle attività di diversi Working Group scientifici, ospitando anche l'Euclid Science Data Center italiano.

I ricercatori di OATs sono stati inoltre coinvolti nel disegno,  sviluppo ed installazione  dello spettrografo “ESPRESSO”, attualmente operativo presso l’Osservatorio ESO del Paranal situato in Cile. ESPRESSO è lo strumento di riferimento per la ricerca e la caratterizzazione degli esopianeti e con le osservazioni in atto, i ricercatori OATs possono beneficiare  di dati all’avanguardia in questo campo. OATs è coinvolto inoltre sia  nell’aggiornamento dello strumento “FORS2” per l’ “ESO VLT - Very Large Telescope” che nelle fasi di disegno dello spettrografo “HIRES” per il futuro telescopio di 39 metri dell’ESO, denominato “ELT - Extremely Large Telescope”,  in particolare per la definizione dei casi scientifici e per lo sviluppo dell'elettronica, del software di controllo e di analisi dati.

Inoltre, i ricercatori di OATs hanno un interesse crescente per il progetto “Square Kilometer Array” (SKA), partecipando alle attività della fase di pre-costruzione e alla definizione dei principali obiettivi scientifici.

Contatti e Social Media/Network: 

Direttore: prof. Giovanni Vladilo

Simonetta Fabrizio simonetta.fabrizio@inaf.it 

Fabio Fontanot - fabio.fontanot@inaf.it

Massimo Ramella - massimo.ramella@inaf.it


INAF-OATs

Ufficio centrale: Via G.B. Tiepolo 11, 34143 Trieste (Italia) - Tel. +39 040 3199 111

Stazione di Osservazione di Basovizza: Basovizza 302, 34149 Trieste (Italia) - Tel. 040 3199 111


Sito webwww.oats.inaf.it/index.php/en/

E-mailinfoats@oats.inaf.it

Social media / social network: Referente dott. Massimo Ramella