Obiettivo: 

Realizzazione di una “Rete scientifica di eccellenza”, nella regione Friuli Venezia Giulia tra Università, Enti pubblici di ricerca e Enti di ricerca internazionali per rafforzare la capacità di azione, attrattività e competitività a livello nazionale e internazionale delle istituzioni

Attività: 

Realizzazione e potenziamento di infrastrutture di ricerca integrate, per rafforzare la capacità di azione delle istituzioni scientifiche e per ottimizzare l’utilizzo delle infrastrutture stesse consentendone la disponibilità anche alle imprese e realizzazione di servizi comuni per la ricerca o coordinamento tra servizi esistenti

Intervento: 

Al fine di valorizzare le strutture e infrastrutture scientifiche e tecnologiche di assoluto rilievo presenti nel Parco e nel territorio regionale, Area Science Park, in collaborazione con gli altri soggetti della ricerca, ha l’obiettivo di generare progetti di ricerca, sviluppo ed innovazione in grado di aumentare il networking e il coordinamento delle diverse realtà scientifiche e, nell’ambito di specifici progetti, di proporsi come soggetto fornitore di spazi e laboratori attrezzati dotati di strumentazione di ultima generazione a servizio della ricerca applicata e industriale - Piattaforme Tecnologiche - “luoghi” in cui infrastrutture (i laboratori, la strumentazione avanzata, gli edifici in cui trovano sede) e competenze danno vita a funzioni specializzate, capaci di fornire know-how e servizi finalizzati allo svolgimento di ricerche applicate e industriali di alta qualificazione per un intero settore di riferimento. 
Le Piattaforme Tecnologiche sono caratterizzate da un modello organizzativo che prevede diverse modalità di accesso a seconda dalle finalità delle attività previste. I progetti di ricerca seguiranno un processo di peer-review, mentre le attività di service e di ricerca industriale avranno a disposizione un canale cui sottoporre, senza soluzione di continuità, problematiche tecniche o esigenze di innovazione da risolvere tramite la strumentazione e il know-how disponibile (modalità Open Lab).

Le azioni di sviluppo strategico programmate nel triennio 2019-2021 hanno a oggetto:

  • il potenziamento dell’offerta dei Grandi Laboratori di Area Science Park, tramite integrazioni o upgrade di strumentazione finalizzati ad ampliare i settori di applicazione e il portafoglio di servizi di ricerca fruibili dalle imprese;
  • l’ampliamento e la diversificazione dell’offerta di competenze e strumentazione avanzata a disposizione delle imprese tramite la messa in rete e/o la creazione di diverse Piattaforme Tecnologiche (Materiali Avanzati, Biologia Strutturale, Genomica ed Epigenomica, Tecnologie Avanzate basate sul Grafene);
  • l’applicazione della metodologia Open Lab alle Piattaforme Tecnologiche, con l’obiettivo di garantire un accesso inclusivo alle apparecchiature e al know-how scientifico-tecnologico di eccellenza del Network, favorendo e bilanciando sia l’interazione tra diverse discipline e comunità scientifiche sia quella tra pubblico e privato.
Soggetti Attuatori: 

Area Science Park, CNR, Elettra Sincrotrone Trieste e IGA - Istituto di Genomica Applicata

Data di avvio: 
  • Piattaforma Materiali Avanzati: ongoing;
  • Piattaforma Biologia Strutturale: I semestre 2019;
  • Piattaforma di Genomica ed Epigenomica: I trimestre 2019.
Durata prevista: 

Pluriennale

Finanziamento: 

L’operatività della Piattaforma dei Materiali Avanzati e il set-up della Piattaforma di Biologia Strutturale sono finanziate dal progetto “Open Lab - A System of Open Research Facilities” (ca. € 1.200.000).
La Piattaforma di Genomica ed Epigenomica è finanziata dal Sistema ARGO (ca. € 4.000.000).

Risultato atteso: 
  • Potenziamento dell’offerta dei Grandi Laboratori di Area Science Park;
  • Ampliamento dell’offerta di competenze e strumentazioni tramite la creazione di un Piattaforme “open” sul territorio nazionale;
  • Sviluppo e applicazione di uno schema organizzativo che permetta l’accesso alle Piattaforme, favorendo e bilanciando sia l’interazione tra diverse discipline e comunità scientifiche, sia tra pubblico e privato.
Indicatore di risultato: 

8 accordi stipulati, 5 per materiali innovativi e biologia strutturale e 3 per la Piattaforma di Genomica ed Epigenomica. 

Indicatore di realizzazione: 
  • Numero di soggetti pubblici e privati aderenti alle Piattaforme: almeno 10;
  • Numero commesse/progetti di ricerca  con utenti pubblici e privati: almeno 25.

     

Gestione e strumentazione (2018):

  • Definizione delle modalità di accesso alla piattaforma materiali innovativi per attività di service;

  • Acquisto e installazione della strumentazione di Next Generation Sequencing individuata (NovaSeq 6000) e realizzazione degli adeguamenti tecnici e impiantistici della sede dedicata (edificio Q1 - Campus di Basovizza) (luglio-dicembre 2018);

  • Definizione della procedura di gara e redazione del capitolato tecnico per la realizzazione dell’Infrastruttura informatica a supporto della piena operatività della Piattaforma (Centro di Calcolo);

  • Individuazione strumentazione da acquistare - a cura di CNR-IOM e CNR-IC - per potenziamento Piattaforma Materiali Innovativi e set-up Piattaforma Biologia (luglio-dicembre 2018).