Partner: 
Obiettivo: 

Realizzazione di una “Rete scientifica di eccellenza”, nella regione Friuli Venezia Giulia tra Università, Enti pubblici di ricerca e Enti di ricerca internazionali per rafforzare la capacità di azione, attrattività e competitività a livello nazionale e internazionale delle istituzioni

Attività: 

Realizzazione e potenziamento di infrastrutture di ricerca integrate, per rafforzare la capacità di azione delle istituzioni scientifiche e per ottimizzare l’utilizzo delle infrastrutture stesse consentendone la disponibilità anche alle imprese e realizzazione di servizi comuni per la ricerca o coordinamento tra servizi esistenti

Intervento: 

Il progetto prevede la realizzazione di un laboratorio avanzato di Big Data, IoT, CyberSecurity per l’innovazione digitale (LABIC) delle imprese e della Pubblica Amministrazione regionale. Il progetto prevede la realizzazione di spazi e attrezzature distribuiti presso le sedi di Udine e Pordenone (dell’Università di Udine) per lo sviluppo di attività di formazione, ricerca, sviluppo e trasferimento tecnologico negli ambiti di: 
1.    IoT e Edge Computing (generazione dei dati);
2.    CyberSecurity (sicurezza dei dati e dei sistemi);
3.    Data Science/Data Analytics (analisi dei dati);

Tale misura è inserita nel “Programma triennale 2019-2021” relativo ai finanziamenti al sistema universitario regionale ai sensi della LR 2/2011.
 

Soggetti Attuatori: 

Università degli studi di  Udine (gestore), Università degli studi di  Trieste e Scuola internazionale di studi superiori e avanzati (SISSA)

Data di avvio: 

01/01/2021

Durata prevista: 

2020-2021

Finanziamento: 

800.000,00 (finanziamento regionale)

Risultato atteso: 

Potenziamento della dotazione regionale di infrastrutture di ricerca integrate, con correlato incremento del potenziale di ricerca e di attrattività del sistema accademico e scientifico regionale e promozione del trasferimento della conoscenza a livello applicativo ed industriale

Indicatore di realizzazione: 

Numero infrastrutture/estensioni delle infrastrutture realizzate